Un’affettatrice elettrica domestica: una scelta in funzione del cibo da affettare.

A che cosa serve un’affettatrice? Perché dovremmo volerne una? A quali cibi è destinata? Sono alcune delle domande che ci si dovrebbe porre prima di procedere con l’acquisto di un’affettatrice elettrica domestica e per farlo con attenzione, questo sito miglioreaffettatrice.it sarà d’aiuto per compiere una scelta attenta e soddisfacente; qui potrete trovare i migliori modelli di affettatrice con recensioni e opinioni utente.

Ogni cibo infatti ha la sua affettatrice perché quella che si adatta al pane non va bene ad esempio per i salumi morbidi o per i formaggi. La scelta va fatta quindi in funzione del cibo che andremo a affettare. Sono macchine un po’ più semplici rispetto a quelle professionali ma sono molto ben strutturate e sono un ottimo strumento in cucina.
In base al cibo da affettare, potremo trovare diversi tipi di affettatrici. E’ vero ne esistono di universali in grado di tagliare tutto in modo più o meno soddisfacente ma è proprio questo, il grado di soddisfazione in relazione al risultato finale, che dovrebbe far riflettere al momento della scelta. Meglio quindi un modello specifico in grado di rispondere alla necessità di effettuare un taglio adatto e perfetto

Prendiamo ad esempio le affettatrici elettriche domestiche per salumi e insaccati ovvero le più diffuse in assoluto e le più “antiche” in assoluto. Che cosa le caratterizza rispetto alle altre? Un motore potente, lame con un diametro adatto a tagliare cibi di grandi dimensioni come prosciutti o mortadelle, hanno un piatto porta merce sufficientemente ampio e dotato di dentini ferma-cibo.
In sintesi per essere un valido acquisto, deve essere non troppo piccola perché sarebbe inadatta a cibi voluminosi, la lama deve essere di almeno 19 cm di diametro per un taglio perfetto e il motore deve essere almeno di 100 W perché meno potente rischierebbe di non riuscire a compiere il proprio lavoro.

Da ricordare a proposito dell’uso del motore: se utilizzate l’affettatrice in modo frequente, sarà bene che verifichiate che il motore sia dotato di una ventola in modo che non si verifichi l’effetto di surriscaldamento che danneggia il motore e impone il suo spegnimento continuo per pochi minuti.